Skip to Content

Il Compact of States and Regions e il Memorandum Of Understanding Under2

A partire dal 2014 Regione Lombardia si è impegnata nella lotta ai cambiamenti climatici sottoscrivendo importanti impegni.

A settembre 2014 la Lombardia ha aderito all’associazione internazionale “Climate Group”, sottoscrivendo a dicembre 2014 il “Compact of States and Regions”, un protocollo che ha l’obiettivo di promuovere una governance globale sul clima.

Il 26 ottobre 2015 è stato sottoscritto il protocollo “Under 2° MOU” (Subnational Global Climate Leadership Memorandum of Understanding”), impegnandosi volontariamente a contrastare il cambiamento climatico attraverso la riduzione delle emissioni climalteranti prodotte in Lombardia e l’adozione di misure di adattamento. L’impegno assunto consiste nella riduzione delle proprie emissioni climalteranti dall’80% al 95% entro il 2050, oppure al di sotto delle 2 tonnellate pro-capite all’anno. L’obiettivo è quello di contenere il cambiamento climatico entro i 2°C di aumento di temperatura, promuovendo nel contempo la ricerca scientifica, l’efficienza energetica e l’utilizzo di fonti energetiche rinnovabili.

Nell’ambito dell’Under2MoU, Regione Lombardia ha assunto precisi impegni. Gli obiettivi di riduzione delle emissioni di gas climalteranti sono declinati come segue:

  • ridurre del 20% le emissioni di gas serra entro il 2020, rispetto alle emissioni del 2005;

  • ridurre del 40% le emissioni di gas serra entro il 2030, rispetto alle emissioni del 2005;

  • ridurre di almeno l’80% le emissioni di gas serra entro il 2050, rispetto alle emissioni del 2005;

  • ridurre del 10% il consumo energetico totale regionale, grazie ad azioni di efficienza energetica;

  • soddisfare il 15,5% del fabbisogno energetico regionale con le energie da fonti rinnovabili.

Questi ambiziosi obiettivi di lungo termine trovano nel PEAR lo strumento volto ad indirizzare il settore energetico verso un allontanamento dal consumo di energia da fonti fossili e un disaccoppiamento tra consumo di energia e PIL, perseguendo quindi in modo incisivo l’obiettivo implicito di riduzione di emissioni climalteranti.

 

Scenario COMPACT 2030