VERSO IL 2050 ATTRAVERSO IL 2020

   Factor 20 - Misurare gli obiettivi 2020 per la sostenibilità

Nella politica europea "Azione Clima 20-20" il ruolo di Regioni ed Enti Locali è fondamentale nell'attuazione della strategia delineata a livello europeo. L'esigenza diventa quindi quella di poter dotare questi soggetti di un set di strumenti a supporto della pianificazione delle politiche a scala regionale e nazionale.

Il Progetto Factor20, cofinanziato dal programma comunitario LIFE+ e dal Ministero dell'Ambiente, è in questo senso un importante ed interessante esempio di strumento idoneo ad aiutare gli enti coinvolti a conoscere e monitorare nel tempo la propria realtà territoriale di consumo, ed ad indirizzare efficacemente e contabilizzare gli sforzi di avvicinamento ai target 20-20-20.

Consapevole dell'importanza di dotarsi di una base conoscitiva omogenea che sappia fotografare la situazione di partenza delle diverse regioni e mantenere aggiornata nel tempo questa capacità, nonché garantire la disponibilità di dati ed informazioni anche a livello locale, Factor20 sta operando nell'ottica di arrivare all'armonizzazione delle banche dati regionali che monitorano i sistemi energetici territoriali.

Il progetto intende mettere a disposizione degli Enti Locali una serie di strumenti semplificati (la cassetta degli attrezzi) per l'orientamento, la valutazione strategica e la contabilizzazione delle politiche locali per la sostenibilità energetica (in termini di efficacia nella riduzione delle emissioni di gas serra, con prioritaria attenzione alle politiche per il concreto incremento di produzione energetica da fonti energetiche rinnovabili e la riduzione dei consumi energetici), secondo l'approccio classico Plan-do-check-act.

Il progetto, promosso da Regione Lombardia, coordinatore delle attività, vede la partecipazione della Regione Siciliana e della Regione Basilicata, di Finlombarda S.p.A. che svolge anche le funzioni di management tecnico del progetto, e di Sviluppo Basilicata. Allo sviluppo di Factor20 partecipano anche i principali portatori di interesse a livello nazionale (Ministero dello Sviluppo Economico, Ministero dell’Ambiente, GSE, RSE, ENEA, ISPRA).